Acquista consapevolmente

“La felicità è interiore e non esteriore; e quindi, non dipende da quello che abbiamo, ma da quello che siamo”.

Henry Van Dyke

Lo shopping intenzionale è un’abitudine che può giovare al tuo portafoglio, all’ambiente e alla tua casa. Tuttavia, in una società che ci bombarda quotidianamente con migliaia di messaggi per acquistare di più, meglio e più in grande, può essere difficile sviluppare questa abitudine di acquisto consapevole, ma ne vale davvero la pena!

Quando lo fai, crei più spazio nella tua vita per le cose che contano di più per te.

Cos’è lo shopping intenzionale?

Lo shopping intenzionale è l’atto di essere consapevoli e propositivi con le tue spese. Si tratta di fare scelte che riflettano i tuoi valori e le tue esigenze invece di lasciare che le emozioni o le influenze esterne determinino ciò che acquisti.

Fare shopping intenzionale significa anche prendersi il proprio tempo ed essere pienamente presenti.

Invece di correre attraverso la vita e prendere decisioni impulsive, stai rallentando e prendendoti il tempo per pensare a ciò di cui hai bisogno e perché ne hai bisogno.

Quali sono i vantaggi dello shopping intenzionale?

1.Risparmio di denaro

Lo shopping intenzionale può aiutarti a risparmiare denaro e sentirti più sicuro finanziariamente. Quando ti prendi il tempo per pensare ai tuoi acquisti, è meno probabile che ti impegni in acquisti emotivi o spendi eccessivamente per articoli che non ti servono.

Pensa all’ultima cosa che hai acquistato: quanto costa? Ora pensa a come hai pagato per quel prodotto o servizio: quante ore hai dovuto lavorare per guadagnare soldi per pagarlo?

Ne valeva la pena?

Ricorda, l’obiettivo qui non è farti sentire in colpa per aver speso soldi perché di per sé non è male. Invece, è per incoraggiarti a pensare ai tuoi soldi in un modo nuovo per aiutarti a spendere meno e risparmiare di più.

2.Risparmio di tempo ed energia

Così come è importante essere consapevoli delle risorse fisiche che utilizziamo quotidianamente, è essenziale essere consapevoli di come utilizziamo il nostro tempo e le nostre energie.

Quando ti fermi a pensarci, noti quanto va nell’atto ingannevolmente semplice di strisciare la tua carta di credito per acquistare.

L’acquisto può comportare:

- lavoro fisico per guadagnare i soldi necessari.
 -ricerca che si occupa di trovare prodotti, confrontarli e cercare coupon o modi per risparmiare denaro.
 -tempo di viaggio dedicato alla guida per l'acquisto o allo schermo per cercare di acquistare online.
 -attività di manutenzione, manutenzione e stoccaggio.
 e altro ancora...

3.Meno disordine

Gli studi dimostrano che l’eccesso di disordine in una casa può causare ansia, facendoti sentire stressato e sopraffatto in un luogo che dovrebbe essere la tua oasi.

Uno dei maggiori vantaggi di essere consapevoli dei propri acquisti è che può aiutare a ridurre la quantità di disordine nella propria casa e nella propria vita. Questo non solo rende più facile mantenere in ordine i tuoi spazi abitativi, ma può anche migliorare i sentimenti di appagamento, felicità e soddisfazione per la vita.

4.Riduzione dell’impatto ambientale

Un altro ottimo motivo per essere un acquirente consapevole è che può aiutare a ridurre il tuo impatto ambientale.

E non si tratta solo di rifiuti tessili: molti prodotti per la casa, dal cibo ai prodotti per la pulizia ai prodotti di bellezza, sono dotati di imballaggi difficili o impossibili da riciclare.

Quando ti prendi il tempo per considerare i tuoi acquisti e se ne hai bisogno o meno, puoi evitare di diventare una parte importante di questo problema.

5.Sei più felice

Il momento in cui decidi di uscire dalla ruota del criceto del consumismo insensato è il momento in cui diventi libero.

Libero di concentrarti su ciò che effettivamente ti porta gioia, piuttosto che su ciò che la società dice che dovresti possedere o fare per essere felice.

Ecco alcuni suggerimenti su come rendere l’acquisto intenzionale un’abitudine per tutta la vita.

Chiediti perché vuoi comprare

La prossima volta che ti stai preparando a comprare qualcosa, guardati dentro e chiediti: “Perché?” Quali sentimenti o motivazioni ti stanno spingendo a spendere quei soldi e fare quell’acquisto?

Quando ti prendi il tempo per essere onesto con te stesso sui tuoi impulsi di spesa, potresti essere sorpreso da ciò che scopri.

Spesso acquistiamo oggetti per riempire un vuoto o soddisfare un’esigenza che non ha nulla a che fare con l’oggetto stesso.

Per chi è questo?

Potrebbe sembrare una domanda così ovvia da porre, ma rispondere a questa domanda è meno intuitivo di quanto potresti pensare. Se ami fare regali, dovresti metterti nei panni del destinatario e chiedere se è qualcosa che gli piacerà. Ricorda, le esperienze prevalgono quasi sempre sui doni materiali.

Ma anche quando pensi di fare acquisti per te stesso, quante volte ti sei trovato a comprare cose per impressionare qualcun altro o perché ti è stato detto che è la cosa “giusta” da fare?

Qual è lo scopo o il valore di questa cosa?

Che cosa apprezzi nella tua vita? Quando ti svegli ogni giorno, quali sono le convinzioni e i principi fondamentali che ti motivano, ispirano e ti guidano in avanti?

Stai spendendo soldi per cose che si allineano a quei valori e motivazioni?

Fare acquisti consapevoli significa allineare le tue abitudini di spesa ai tuoi valori e convinzioni.

Dove metterlo in casa tua?

Una delle domande più importanti che puoi porti prima dell’acquisto è: “Dove andrà a finire a casa mia?”

Troppo spesso, acquistiamo cose per capriccio senza pensare allo spazio che occuperà e se abbiamo spazio o meno. Se l’intero comò è pieno al punto che non puoi chiuderlo, questo è un buon indicatore del fatto che non è necessario acquistare più vestiti ma invece di riordinarli.

Se non hai un posto specifico per questo, rivaluta se hai bisogno dell’oggetto.

Quando ne hai bisogno?

La prossima domanda da porsi è quando hai bisogno della cosa che stai acquistando. Il tempo è la quarta dimensione, dopotutto, e da non sottovalutare.

Invece di acquistare per una versione idealizzata del tuo sé passato o futuro, fare acquisti intenzionalmente significa acquistare ciò di cui il tuo “io” attuale e autentico ha bisogno e ama.

Quale marca o modello è il migliore?

Quante volte hai comprato qualcosa per capriccio, solo per scoprire che non ha soddisfatto le tue aspettative?

Quando ti prendi il tuo tempo, fai ricerche e acquisti consapevolmente invece di acquistare d’impulso o correre per afferrare la prima cosa che vedi, è più probabile che tu sia soddisfatto del tuo acquisto. Questo vale per tutto, dai tostapane alle case.

Quanto mi costerebbe questo?

Qual è il vero costo dell’oggetto? È importante considerare quanto costano le cose, non solo in termini di tempo ma anche in costi reali e opportunità.

Quanti soldi dovrai continuare a spendere per conservare e mantenere l’articolo? Richiede parti o accessori aggiuntivi in questo momento o per mantenerlo attivo e funzionante in seguito? E quanto tempo ti costerà per fare tutto questo?

La vita è un flusso perpetuo di dare e avere, sacrificio e guadagno, e si tratta di valutare le tue opzioni per fare la scelta giusta per te!

Lo shopping intenzionale è un ottimo modo per risparmiare denaro e vivere uno stile di vita più sostenibile. Si tratta di essere consapevoli di ciò che stai acquistando e del perché lo stai acquistando.

Ponendoti alcune semplici domande prima di effettuare un acquisto, puoi assicurarti di ottenere il massimo dai tuoi soldi e di avere meno probabilità di acquistare qualcosa di cui ti pentirai. Inoltre, potrebbe sembrare molto a cui pensare ora, ma prometto che il processo diventerà più facile e veloce più lo farai.

11 Replies to “Acquista consapevolmente”

  1. Io vado già con una lista pronta, e difficilmente sgarro.
    Per quanto riguarda il punto 1, anche io ho una “preferenza cinese”, dove – punto 2 – trovo tutto, o quasi, in un unico posto, fornitissimo e anche vicino a casa (ci sono stata proprio oggi). Punto 3: strano, a me il disordine non procura alcuna ansia (se deve venire qualcuno, nascondo tutto nella camera di mia figlia che non abita più con noi, e poi rimetto tutto dov’era, anche se a volte ne approfitto per fare un po’ d’ordine). Sul punto 4 sono molto attenta. Punto 5: sono abbastanza in linea.
    Bella idea per un post! 🙂

    Piace a 1 persona

      1. Letto! Ora comprendo meglio perché in America si parla così tanto di minimalismo: ce n’è assolutamente bisogno! In Italia il consumismo non arriva ai livelli USA ma con la volgia di emulare che abbiamo ci stiamo avvicinando. Il problema delle catene di approvvigionamento è reale. Fino a quando la gente continuerà ad acquistare online tutto ciò che le viene in mente e di cui difficilmente ha veramente bisogno, non si risolverà, anzi peggiorerà di certo. A farne le spese saranno sempre di più le persone “normali”, che vedranno mancare dagli scaffali dei prodotti che per essere trasportati richiedono un costo non conveniente alle imprese. Ovvio, in America questa situazione è esasperata dal comportamento assurdo di quella parte di popolazione che ha tanti tanti soldi da spendere per sfizio. Il divario sociale è molto più accentuato che da noi (ma anch qui ci stiamo avvicinando). Che ti posso dire, per me il capitalismo è l’origine di tutti i mali del mondo.

        Piace a 1 persona

      2. Bene, grazie, mi hai già fatto il riassunto. In vacanza leggerò…
        Tutto vero quel che dici, ma ho una domanda “non retorica”: quale alternativa al capitalismo? Il socialismo? Dove è lo Stato a decidere cosa si produce, come, quando e per chi?
        Noi non viviamo in un sistema capitalistico puro, ma in una sorta di social-democrazia… Lo so, non mancano le storture, i difetti, i traffici, ecc. (anche pesanti e gravi), ma quelli c’erano già nell’URSS (enormi e tragici) e altrove.
        Discorso lungo e complesso. 😦

        Piace a 1 persona

      3. Ah io sono una fan di Bakunin…Non credo al socialismo né allo Stato comunista. Credo che le vere rivoluzioni siano possibili soltanto a livello di piccole comunità. Uno Stato anche con la migliore delle ideologie avrebbe per forza di cose delle “classi”.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: